24* La Vita Non sta Andando da Nessuna Parte (5’06”)

La Vita Non sta Andando da Nessuna Parte

Scarica l’audio: clicca con il tasto destro e “salva con nome”.

 

Uno dei segreti fondamentali negli insegnamenti dell’oriente è che la vita non dovrebbe essere pressa come lavoro, ma come gioco.

Dio non ha creato il mondo… perché questa parola “creare” sembra essere troppo seria – lui sta giocando! Si tratta di leela, il suo gioco.

Il concetto orientale è molto semplice e non-serio, più gioioso… più vicino alla grande bellezza che ci circonda – i fiori, gli uccelli, i fiumi, gli oceani.

Ogni cosa sembra essere coinvolta in un gioco straordinario.

E non è che Dio faccia qualcosa, è solo un gioco… come giocare a nascondino.

Una volta che prendi la vita come un gioco, cambia completamente l’intera visione.

Ecco che scompare l’ansia, la tensione di dover arrivare da qualche parte… non bisogna arrivare da nessuna parte.

La vita non sta andando da nessuna parte, è semplicemente qui.

Non c’è nessun traguardo, non c’è un obiettivo da raggiungere – ogni momento è una meta.

Il viaggio è la meta e ogni momento è un momento di grande celebrazione.

Non c’è nessun bisogno di aspettare domani… domani farò festa… quando saremo diventati dei Buddha o dei Cristo, allora celebreremo, faremo festa: No!

Se aspetti, non arriverai mai a celebrare.

Dobbiamo celebrare ogni momento, “come se” fossimo già degli esseri realizzati.

All’inizio è “come se”, ma ben presto ti accorgerai che non si tratta di “come se” ma di una realtà.

Di fatto, non abbiamo ancora riconosciuto quello che noi siamo veramente.

Prendere la vita come divertimento, un divertimento divino, uno scherzo incredibile!

I teologi sono persone molto serie, e la serietà è una malattia, una specie di nevrosi.

Servono più risate, più buonumore.

Serve una forma di religione completamente nuova, dove ridere non sia nemico del pregare.

Puoi ridere e pregare contemporaneamente.

La tua risata può diventare preghiera e la tua preghiera può diventare risata.

Allora, e solo allora, ogni momento diventa luminoso, glorioso.

Allora nella tua vita entra una forma di splendore, dalle piccole cose.

Mangiare può diventare un sacramento e farsi un bagno può essere una meditazione.

Una semplice passeggiata mattutina diventa una cosa assolutamente sacra.

E non c’è alcun bisogno di entrare in una chiesa o in un tempio, perché l’intera esistenza è il suo tempio.

Non c’è alcun bisogno di essere contro il tuo corpo, o contro la vita in maniera alcuna, perché il tuo corpo è il suo tempio e lui è nascosto lì.

Allora si manifesta una grande affermazione della vita.

Le persone serie diventano negative.

Le persone serie sono così ossessionate da Dio che sono pronte a sacrificare la vita in suo nome, ma Dio è nella vita.

É altrettanto immanente quanto è trascendente.

É nella vita. Naturalmente è anche più della vita – ma la strada passa attraverso la vita.

É nell’amore – ed è anche più che l’amore – ma la strada passa attraverso l’amore.

Non va contro la vita, non va contro l’amore, e quindi è necessaria grande attitudine affermativa.

Sii meno serio, pensa di meno e senti di più.

Fai di meno e balla di più. Agisci di meno e gioca di più.

Recitare va bene, ma prendersi sul serio non va bene, e una volta capito questo, le cose cominciano a cambiare.

 

Torna indietro

0 comments